Email: amministrazione@buccisrl.com

Tel: 0774 - 326900

Meccanica Bucci SRL

Bucci SRL Homepage

Servizi alle Aziende

POS

Piano operativo di sicurezza

Possiamo definire il POS come una sorta di "carta di identita' " del cantiere temporaneo o mobile, infatti in questo documento devono essere riportati, ad esempio: dati anagrafici della ditta esecutrice, dati relativi al cantiere, organigramma, attrezzature e impianti utilizzati, descrizione delle fasi di lavorazione, informazioni relative alla prevenzione quali figure professionali e DPI, attivita' di formazione e informazione per la sicurezza dei lavoratori.

Il piano sostitutivo di Sicurezza

Il Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS) viene richiesto dal D.Lgs. 81/08 e' una sostituzione del Piano operativo di Sicurezza (POS) nel caso in cui si tratti di appalti pubblici. La redazione del PSS e' consentita solo nel caso in cui il lavoro venga svolta da una sola impresa. Cio' sta a significare che nel caso in cui la legge non obblighi alla nomina del CSP (coordinatore della sicurezza per la progettazione ) e quindi all ' elaborazione del PSC, in ogni caso andra' consegnato il PSS alle amministrazioni che hanno proposto il bando per la concessione dell ' appalto. I riferimenti normativi per il PSS sono:

  1. art. 131 del D.Lgs. 163/2006;
  2. all. XV del D.Lgs. 81/08.

Redazione del PSS

La redazione del Piano Sostitutivo di Sicurezza avviene ad opera dell ' appaltatore o del concessionario e contiene gli stessi elementi del PSC, ad eccezione della stima dei costi della sicurezza:

  1. identificazione e descrizione dell ' opera;
  2. individuazione dei soggetti che si occupano della sicurezza;
  3. relazione sull ' individuazione, l ' analisi e la valutazione dei rischi;
  4. le scelte progettuali ed organizzative, le procedure, le misure preventive e protettive adottate;
  5. le prescrizioni operative;
  6. l ' organizzazione del servizio di primo soccorso, antincendio ed evacuazione;
  7. la durata prevista del cantiere.
  8. La predisposizione del PSS dipende dall ' impresa esecutrice o dalle imprese in subappalto e/o di fornitura, se presenti, e deve avvenire entro 30 giorni dall ' aggiudicazione dei lavori, ma comunque prima della consegna e/o dell ' inizio degli stessi.

Se hai bisogno di una consulenza per la redazione del PSS non esitare a contattarci, PMI Servizi mette a disposizione la propria esperienza per la redazione di tutti i piani di sicurezza necessari nei cantieri edili.

Il Ruolo del RLS per approvazione del POS

Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, RLS, e' una delle figure la cui presenza e' obbligatoria in un qualsiasi luogo di lavoro.

Nomina RLS

La nomina a RLS avviene per elezione, votando fra i dipendenti stessi se questi sono meno di 15, scegliendo fra le rappresentanze sindacali se il numero di dipendenti dell ' Azienda e' superiore alle 15 unita'.

A seconda del numero di dipendenti varia anche numero di RLS che devono essere nominati, infatti puo' essercene uno solo fino a 200, devono essere tre nel caos in cui questi siano fra 201 e 1000 e addirittura sei per le imprese che vantano piu' di 1000 lavoratori.

Nel cantiere edile, qualora lo stesso superasse le 30mila unita'/giorno, c ' e' bisogno del RLS territoriale il quale svolge i propri compiti in gruppi di Aziende appartenenti alla medesima zona.

RLS nel cantiere edile

E ' una figura cardine nei rapporti fra dirigenza e maestranze e, in generale, lo e' per la sicurezza sul lavoro, soprattutto in ambienti particolari come i cantieri edili, luoghi nei quali la tutela del lavoratore richiede ancora piu' attenzione, sia per l ' alto numero di ditte e persone coinvolte, sia per la presenza di macchinari particolari che per l ' operare spesso sopra ponteggi.

In un cantiere il RLS ha da subito voce in capitolo in quanto gia' al momento della stesura del PSC, Piano Sicurezza e Coordinamento, documento che deve essere redatto e approvato prima dell ' avvio del cantiere stesso, egli puo' essere consultato ed eventualmente proporre migliorie qualora lo ritenesse opportuno.

Altra fase importante durante la quale il RLS assolve a un compito delicato e' quella relativa alla stesura del Piano Operativo di Sicurezza, POS, la cui redazione e' uno degli obblighi precisi del datore di lavoro e riguarda precisamente il cantiere presso il quale lui e la sua ditta saranno impegnati.

L ' imprenditore redige il POS coordinandosi con il RSPP, Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione, finita la redazione tale fondamentale documento deve essere sottoposto all ' attenzione del RLS.
A questo punto il RLS valutera' attentamente se il POS possa essere ritenuto soddisfacente per quanto riguarda la tutela e sicurezza dei lavoratori a partire dai contenuti minimi.
Qualora il RLS ritenesse il Piano Operativo di Sicurezza carente su alcune informazioni minime, soprattutto quelle relative alla sicurezza del lavoratore come, per esempio, l ' elenco dei DPI forniti agli operai o quelle su informazione e formazione del lavoratore in cantiere, puo', anzi deve, far presenti le criticita' individuate. Qualora si verificasse questa situazione il datore di lavoro operera' affinche' il POS venga adeguato alle esigenze del RLS e possa essere approvato da tutte le parti in causa.


Per prenotare, per ulteriori informazioni riguardante il Corso di Formazione non esitare a contattarci compilando il Form qui in basso. Oppure:

Chiamaci 0774-326900

Richiedi Subito Informazioni

A

x