Email: amministrazione@buccisrl.com

Tel: 0774 - 326900

Meccanica Bucci SRL

Bucci SRL Homepage

Servizi alle Aziende

RSPP

Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione

Nell ' art. 2 del D.Lgs. 81/08 il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è descritto come:

«La persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali [...] designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi».

L ' RSPP viene nominato direttamente dal datore di lavoro, che non può delegare tale compito, per coordinare lavoratori, sistemi e mezzi dell ' azienda al fine di prevenire e/o gestire i rischi per i lavoratori. Fa le veci del datore di lavoro ed è responsabile del Servizio Aziendale di Prevenzione e Protezione per tutto ciò che riguarda la gestione della sicurezza in azienda.

Il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza sono figure molto importanti per la sicurezza di un ' azienda poichè partecipano attivamente alla gestione delle sicurezza sul lavoro nel Servizio di Prevenzione e Protezione e rappresentano punti di riferimento per i lavoratori con precisi compiti e ruoli.

RSPP e RLS hanno diverse competenze ma si trovano spesso a doversi interfacciare, cerchiamo quindi di analizzare più da vicino queste due figure preposte alla sicurezza per comprenderne differenze e interazioni.

Articolo 33 – Compiti del servizio di prevenzione e protezione


L ' articolo 33 elenca gli obblighi dell ' RSPP: individuazione dei fattori di rischio, valutazione dei rischi, individuazione delle misure di sicurezza e salubrità dell ' ambiente di lavoro; elaborazione delle misure preventive e protettive e dei sistemi di controllo delle misure adottate; elaborazione delle procedure di sicurezza per le varie attività aziendali; proposta di programmi di formazione e informazione per i lavoratori.

Articolo 34 – Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi


Il datore di lavoro può ricoprire il ruolo di RSPP nelle aziende che hanno fino a cinque dipendenti. Anche per il datore di lavoro che vuole svolgere il ruolo di RSPP c ' è l ' obbligo di formazione con corsi appositi e con aggiornamenti quinquennali. Altro obbligo a cui è sottoposto il datore di lavoro è quello di informare il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza – RLS – della presa d ' incarico. Per il resto i compiti che è tenuto a svolgere sono i medesimi dell ' RSSP interno.

Articolo 35 – Riunione periodica


Fra gli obblighi dell ' RSPP in vece del datore di lavoro c ' è quello di indire la riunione periodica almeno una volta l ' anno, obbligatoria per tutte le aziende che hanno più di 15 dipendenti. Alla riunione devono partecipare: datore di lavoro, RSPP, medico competente, RLS. Gli argomenti che devono essere trattati sono: il Documento di Valutazione Rischi (DVR); l ' andamento degli infortuni e delle malattie professionali; criteri di scelta e caratteristiche dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) e i programmi di formazione e informazione sulla sicurezza sul lavoro per lavoratori,dirigenti e preposti. Nel corso della riunione si possono individuare sia i codici di comportamento necessari per ridurre al minimo i rischi, sia gli obiettivi di miglioramento della sicurezza nell ' ambiente di lavoro. Nel caso in cui vengano introdotte nuove tecnologie o cambi notevolmente l ' esposizione al rischio il RLS può chiedere che venga convocata un ' apposita riunione.

RLS

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Nell ' art. 2 comma 1 lettrai I definisce il rappresentante dei lavoratori come:
«Persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza sul lavoro».
Il Rappresentate dei lavoratoripe per la sicurezza ha sostanzialmente quatro diritti fondamentali:

  1. Diritto all'Informazione;
  2. Diritto alla Formazione;
  3. Diritto alla Partecipazione;
  4. Diritto al controllo.


Specifiche


Detti diritti trovano applicazione concreta nelle specifiche norme deputate ad elencare i poteri che il legislatore assegna al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, affinchè questi possa effettivamente ed efficacemente svolgere la propria funzione (come, ad esempio, l ' accesso libero ai luoghi di lavoro, la formazione, le consultazioni obbligatorie, la possibilità di informare e di essere informato circa i rischi derivanti dall ' attività svolta nell ' azienda). Grazie ad essi, infatti, il rappresentante partecipa attivamente, per conto dei lavoratori impiegati nell ' azienda o nel territorio di riferimento, alle fasi, legislativamente previste, attraverso le quali si esplica il dovere di protezione dell ' integrità fisica e della personalità morale, cui è sottoposto il datore di lavoro ai sensi dell ' art. 2087.

Responsabilità


Il DLgs 81/08 non ha previsto alcuna specifica sanzione a carico dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Il motivo risiede nel fatto che gli RLS, in considerazione dei compiti consultivi loro assegnati, non hanno alcun potere decisionale in merito alle scelte in materia di prevenzione infortuni effettuate dal datore di lavoro.
Quanto sopra non significa però che i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza vadano esenti da responsabilità, indipendentemente dalle modalità con cui svolgono il proprio compito; infatti, nel caso in cui l ' RLS abbia contribuito all ' adozione di una misura protettiva rivelatasi inadeguata, insufficiente o addirittura contraria alla legge, e l ' abbia pretesa dal datore di lavoro, potrà essere chiamato a rispondere dell ' infortunio che ne sia derivato.

Nell ' art. 2 del D.Lgs. 81/08 il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è descritto come:

«La persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali [...] designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi».

L ' RSPP viene nominato direttamente dal datore di lavoro, che non può delegare tale compito, per coordinare lavoratori, sistemi e mezzi dell ' azienda al fine di prevenire e/o gestire i rischi per i lavoratori. Fa le veci del datore di lavoro ed è responsabile del Servizio Aziendale di Prevenzione e Protezione per tutto ciò che riguarda la gestione della sicurezza in azienda.

Il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza sono figure molto importanti per la sicurezza di un ' azienda poichè partecipano attivamente alla gestione delle sicurezza sul lavoro nel Servizio di Prevenzione e Protezione e rappresentano punti di riferimento per i lavoratori con precisi compiti e ruoli.

RSPP e RLS hanno diverse competenze ma si trovano spesso a doversi interfacciare, cerchiamo quindi di analizzare più da vicino queste due figure preposte alla sicurezza per comprenderne differenze e interazioni.

Per prenotare, per ulteriori informazioni riguardante il Corso di Formazione non esitare a contattarci compilando il Form qui in basso. Oppure:

Chiamaci 0774-326900

Richiedi Subito Informazioni

A

x